Senigallia

Senigallia, nelle Marche

Senigallia è una località turistica di fama internazionale con i suoi chilometri di spiaggia di sabbia fine e il mare limpido. In provincia di Ancona, città dalla quale dista poco meno di trenta chilometri, Senigallia si estende su una superficie di circa centoquindici chilometri quadrati e conta oltre quarantacinque mila abitanti, i Senigalliesi.

E' uno dei più antichi centri balneari della costa, alla foce del Misa, fiume appenninico che proprio qui termina il propio percorso. Per lo più pianeggiante, il territorio è comunque delimitato da colline che propendono verso il mare.

Il mare pulito e le spiagge attrezzate favoriscono il turismo e assicurano una vacanza indimenticabile da trascorrere in un luogo magico, rinomato a livello internazionale per l'atmosfera suggestiva e per la natura che insieme al patrimonio atistico fa da protagonista a Senigallia.

Calpestare quella che è stata definita "spiaggia di velluto" è un'esperienza da vivere soprattutto se si visita la riviera adriatica marchigiana di cui Senigallia è uno dei maggiori centri.

Senigallia è stata fondata dai Galli Senoni intorno ai IV secolo a.C. e divenne presto colonia romana, passando poi alla Chiesa e divenendo libero comune. La sua fortificazione ebbe inizio con i Malatesta e fu ultimata con i della Rovere che costruirono un'imponente rocca.

La città divenne uno dei punti di riferimento commerciali dell'Adriatico dal Seicento e due secolo dopo fece parte del regno di Murat. Occupata dai Piemontesi nella seconda metà dell'Ottocento, Senigallia venne successivamente annessa al Regno di Italia.

Quando si parla di Senigallia oltre al mare e alle spiagge non si può non ricordare il Duomo, la Rocca Roveresca, Piazza del Duca, la Fontana dei Leoni, Palazzo Mastai, i portici ercolani e la chiesa di Santa Croce.