Da Non Perdere in Vacanza a Senigallia

Vacanze a Senigallia

Il limpido mare e le spiagge frequentate dai bagnanti nei mesi estivi sono certamente le prime immagini che vengono in mente quando si pensa a Senigallia. Ma chi la conosce bene sa che Senigallia detentrice di un patrimonio storico-artistico di tutto rispetto.

Il Duomo di Senigallia, la cattedrale di San Pietro apostolo, risale al diciottesimo secolo, si sviluppa su pianta a croce latina ed divisa in tre navate spartite tra loro da pilastri. Interessante la cappella ellittica dedicata alla Madonna della Speranza.

La chiesa di Santa Maria delle Grazie e l'annesso convento, a un paio di chilometri dal centro della citt, si deve a Giovanni della Rovere che volle ringraziare San Francesco e la Madonna delle Grazie per la nascita di un figlio maschio.

La cinquecentesca chiesa di Santa Croce si erge nei dintorni di Piazza Roma: emerge il contrasto tra interno barocco ed esterno tardo-rinascimentale, interno peraltro abbellito da sei altari laterali attornianti la pala d'altare del Barocci, collocata sopra l'altare maggiore.

Prendono il loro nome dal cardinale Ercolani i Portici Ercolani, progettati su ordine di Papa Benedetto XIV nel Settecentoed ed estesi lungo il fiume Misa.

La Rocca roveresca o semplicemente Rocca di Senigallia stata commissionata dai della Rovere in un'area di grande importanza strategica: un esempio di architettura militare del Rinascimento. Di fronte ecco il Palazzo Ducale voluto da Guidobaldo II della Rovere nel sedicesimo secolo.

Da visitare anche Piazza del Duca con la relativa fontana e il Palazzetto Baviera ricco di stucchi del termine del sedicesimo secolo.